DETTAGLIO NEWS TORNA ALL'ELENCO

19/01/2015 → Edilizia, Durc a scadenza anticipata.


Dal 1° gennaio 2015, la durata del Durc emesso per i lavoro edili tra soggetti privati si è ridotta da 120 a 90 giorni dalla data di emissione. A stabilirlo il comma 8/sexies dell'art. 31 del dl n. 69/2013 convertito dalla legge n. 98/2013.
per regolarità contributiva si intende la correttezza di un impresa in tutti i pagamenti e gli adempimenti previdenziali e assicurativi(INPS, INAIL, Casse Edili per le imprese di tale settore) con riferimento agli obblighi previsti dalla normativa vigente riferiti all'intera situazione aziendale.
Il Durc(documento unico di regolarità contributiva), è il certificato che attesta tale regolarità:è unico perchè rispetto al passato, quando era necessario fare tre richieste e ottenere altrettante certificazioni di regolarità(una per ciascuno degli enti:Inps, Inail, a Casse Edili), con il Durc le imprese (e i consulenti) fanno un unica richiesta e ottengono un unico certificato, peraltro in versione telematica.
Il Durc deve essere richiesto per:tutti i contratti pubblici e per ogni fase:verifica, aggiudicazione, stipula del contratto, pagamento stati di avanzamento lavori, servizi e forniture, attestazione di regolare esecuzione e pagamento saldo finale, rilascio concessioni, la fruizione di benefici normativi e contributi concessi da enti o pubbliche amministrazioni diversi da Inps e Inail, rilascio del SOA, iscrizione albo fornitori, finanziamenti e sovvenzioni.
dal 2 settembre 2013 il Durc viene richiesto e recapitato tramite PEC (Posta elettronica Certificata).
la validità del Durc è fissata a 120 giorni per tutti i tipi di certificati (Contratti, appalti, benefici), con un unica eccezzione:i lavori edili tra soggetti privati. In tal caso, infatti, la validità di 120 giorni è rimasta per i certificati emessi entro il 31 dicembre 2014;per quelli emessi dal 1° gennaio 2015 è scesa invece a 90 giorni.
women who love to cheat tcsindustry.com husband cheated wife