DETTAGLIO NEWS TORNA ALL'ELENCO

18/12/2014 → Modificati gli art. 28 e 29 del d.lgs. 81/08 per rispettare le direttive europee (Legge n. 161/2014 - G.U. Serie generale n. 261 del 10 novembre 2014 S.O. 83.


Modificato il D.Lgs. 81/08 il “Testo Unico in materia di Sicurezza sul Lavoro" con legge pubblicata n. 161/2014 in G.U. Serie generale n. 261 del 10 novembre 2014 S.O. 83.

Le modifiche al D.Lgs. 81/08 contengono disposizioni di natura eterogenea con lo scopo di adeguare l’ordinamento giuridico italiano all'ordinamento europeo, con particolare riguardo ai casi di non corretto recepimento della normativa europea.
Le modifiche sono entrate in vigore lo scorso 25 Novembre 2014.

I cambiamenti introdotti dalla L. 161/2014 riguardano nello specifico gli artt. 28 e 29 del D.Lgs. 81/08, ovvero:
- deresponsabilizzazione del datore di lavoro in caso di delega o subdelega (violazione dell'articolo 5 della direttiva 89/391/CEE);
- proroga dei termini prescritti per la redazione di un documento di valutazione dei rischi per una nuova impresa o per le modifiche sostanziali apportate a un'impresa esistente (violazione dell'articolo 9 della direttiva 89/391/CEE).

Nell'art. 28 del D.Lgs. 81 è stato aggiunto che:
“Anche in caso di costituzione di nuova impresa, il datore di lavoro deve comunque dare immediata evidenza, attraverso idonea documentazione, dell’adempimento degli obblighi di cui al comma 2, lettere b), c), d), e) e f), e al comma 3, e immediata comunicazione al rappresentante dei lavoratori per al sicurezza. A tale documentazione accede, su richiesta, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza”.

Mentre all’art. 29 el D.Lgs. 81 viene introdotto che: “Anche in caso di rielaborazione della valutazione dei rischi, il datore di lavoro deve comunque dare immediata evidenza, attraverso idonea documentazione, dell’aggiornamento delle misure di prevenzione e immediata comunicazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. A tale documentazione accede, su richiesta, il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza”.

questions about abortion site medical abortion